Come nasce

L’azienda nasce a Cochabamba, in Bolivia, nel 1993, entrando nel mercato con prodotti innovativi in grado di modificare le abitudini dei consumatori, avvicinandoli a un prodotto naturale, genuino, di qualità e solidale.

Naturaleza sin dall’inizio si è caratterizzata come impresa “eco-sociale”, un modello imprenditoriale che, secondo la visione dei fondatori Adolfo e Sandra Mier, costituisce una risposta sostenibile ai processi di globalizzazione. Questo tipo di modello ha origine da una filosofia fondata su tre pilastri:

  • Ecologico: le coltivazioni sono dotate della certificazione biologica internazionale dell’IMO (Institute for Marketecology).
  • Economico: contribuire allo sviluppo delle aree rurali boliviane coinvolgendo i piccoli produttori come fornitori, protocollando i loro raccolti secondo le norme aziendali.
  • Sociale: favorire il miglioramento della qualità della vita dei produttori rurali e delle loro famiglie attraverso alleanze strategiche sostenibili, nelle aree con l’aria più pura degli altopiani e delle valli.

Com’è oggi

Oggi Naturaleza è un’azienda agro industriale leader in Bolivia, con una vasta esperienza nella produzione ed esportazione di infusi con ingredienti naturali come frutta, erbe e verdure.

Lavora con oltre 300 contadini nelle zone centrali incontaminate della Bolivia, come: Chapare, Valle Bajo, Yungas e Valle Central, migliorando la qualità della vita delle persone, offrendo opportunità lavorative che nascono da un rapporto autentico con la natura, raccogliendo, essiccando e miscelando erbe e frutta secondo saperi tradizionali e realizzando tisane naturali e benefiche.

In particolare, Naturaleza supporta le piccole e coraggiose realtà produttive che, attraverso il loro lavoro, tentano di contrastare le coltivazioni di coca per il narcotraffico. I territori in cui l’azienda opera, in particolare quello del Chapare, sono caratterizzati da una forte vocazione agricola, tuttavia non esiste coltura che possa competere con la redditività della foglia di coca.

In questa zona vivono i produttori di ananas di Apami, (Asociaciòn Productores Agroecologicos Margen Izquierdo), che da anni collabora con Naturaleza. La scarsa redditività della vendita dell’ananas negli ultimi anni rischia di spingere molti soci all’abbandono delle coltivazioni di ananas soppiantate da quelle di coca, con pesanti ripercussioni sulla fertilità dei suoli e l’affermarsi di una monocoltura che rende di difficile attuazione qualsiasi progetto di sviluppo alternativo.

Come lavora

Sostenibilità ambientale

Naturaleza si è sempre impegnata in ambito ecologico. Non ha solamente contribuito allo sviluppo economico sostenibile della regione, ma ha anche investito molto per far conoscere nel proprio Paese i prodotti a marchio “Fruttè”, tisane e infusi naturali che contribuiscono alla salute e al benessere della terra e delle persone. Oltre la metà del fatturato deriva dalle vendite in Bolivia, cosa di cui Naturaleza è molto orgogliosa, in quanto considera questo traguardo il frutto della loro filosofia eco-sociale, la quale permea tutto il loro lavoro. Naturaleza è tra i fondatori e membri attivi di Aopeb (Associazione dei produttori ecologici boliviani) ed è stata la prima impresa boliviana a ottenere il “sello verde”: un marchio più rigoroso di quello biologico, perché certifica anche il rispetto di alcuni parametri ecologico-sociali.

Sostenibilità economica

L’azienda è molto radicata nel tessuto socio-economico locale, nel quale genera impatti positivi, creando opportunità di lavoro per numerose famiglie che vivono nella zona di Tarata. Inoltre, Naturaleza costituisce un importante punto di riferimento per gruppi di piccoli produttori marginali, ai quali offre una buona opportunità di commercializzazione dei loro prodotti, cercando di essere presente in modo costante in aree nevralgiche del Paese, come il Chapare.

Cosa produce

Da Naturaleza arrivano materie prime impiegate nelle linee cosmetiche di Natyr, ma anche tisane, infusi e miscele di erbe e frutti biologici. L’attività di trasformazione della frutta avviene all’interno della sede storica di Naturaleza nella città di Tarata a circa 2.800 metri di quota, ad una quarantina di chilometri da Cochabamba.

Nella zona di Capinota, conosciuta a causa delle vicende legate al narcotraffico e alla presenza di numerose fabbriche clandestine di trasformazione della coca in cocaina, si trovano i produttori di camomilla e di altre erbe officinali. La camomilla viene sia confezionata singolarmente, sia utilizzata in tisane; inoltre il suo estratto è un ingrediente base all’interno di molti prodotti Natyr. In questo modo il Commercio Equo e Solidale contribuisce a sostenere i coraggiosi produttori che si oppongono alla coltivazione della coca.

Un’altra virtuosa realtà è quella dei produttori di Vinto, coltivatori di antiche specie locali di mele, quali la mela camuesa e la mela criolla. È difficile collocare sul mercato questi frutti ad un prezzo ragionevole, così, per contribuire al sostenimento dei produttori, Naturaleza acquista le mele per la preparazione di tisane ed altri prodotti disidratati, garantendo così buoni redditi ai lavoratori e favorendo la salvaguardia della biodiversità locale.

Infine, c’è la già citata Associazione Apami, importante organizzazione di produttori che da anni collabora con Naturaleza. Da loro proviene l’ananas e altri frutti, tutti coltivati secondo i metodi antichi del territorio, osservando la tecnica del “descanso”: il riposo di almeno 10 anni perché la foresta riprenda spazio e forza. In particolare, la varietà di ananas destinata agli infusi è chiamata “Cayena lisa”, la quale viene disidratata in modo assolutamente naturale.

Torna al blog

Related projects