La Cantina

Rappresentare un approccio diverso alla lotta alle mafie attraverso la creazione di aziende agricole stabili e durature che affrontano il mercato in maniera del tutto autosufficiente e senza alcun aiuto pubblico è l’obiettivo di Cantina Centopassi, il primo pezzo nato con il marchio vino di Libera terra in Sicilia.

La Cantina nasce nel 2008 e gestisce, insieme ad altre cooperative di Libera Terra, le terre confiscate ai boss della mafia nell’Alto Belice Corleonese, a sud di Palermo, per un totale di 400 ettari di cui 60 coltivati a vigneto. Un altopiano incontaminato, grande variabilità di suoli e di microclimi, paesaggi incredibili e una natura particolarmente vocata a produzioni di alta qualità, rendono il luogo ottimale per la crescita ottimale della vite.

Le escursioni termiche, i venti, la composizione del terreno, la simbiosi raggiunta con i vitigni selezionati portano difatti ad avere delle condizioni ideali, ben lontane da molti stereotipi legati al vino siciliano. Qui l’eleganza è padrona, la freschezza è onnipresente, la massima bevibilità dei vini è sempre assicurata.

I vini prodotti dalla cantina raccontano le diversità di ogni vigna, dei suoli che le contraddistinguono e dei vitigni che di volta in volta ne esaltano le caratteristiche con una cura certosina dei vigneti e lavorazioni che cercano di enfatizzare il frutto.  Spiccano per la loro particolare qualità, il nero d’avola DOC e il grillo catarratto DOC superiore, che insieme al limoncello di Sicilia prodotto sempre da Libera Terra, sono disponibili sugli scaffali della Bottega Solidale.

01.

Il Nero d'Avola

Il nero d’avola DOC è un vino biologico e, frutto delle migliori uve Nero d’Avola e Perricone provenienti da vigneti autoctoni sul Monte Jato, nasce dalle ostiche argille degli altopiani dell’entroterra

02.

Il grillo catarratto Superiore

Il grillo catarratto DOC superiore è un vino biologico ed è il frutto delle migliori uve Grillo e Catarratto siciliane provenienti da vigneti autoctoni sul Monte Jato, che domina dall’alto la valle del Belice.

Un nuovo approccio nella produzione vitivinicola siciliana

La Cantina, oltre che per il suo importante risvolto sociale, ha rappresentato una piccola rivoluzione sul territorio siciliano anche per l’organizzazione e l’approccio che ha portato, tanto in vigna quanto in cantina, basato su rigore, ossessione per i particolari e miglioramenti continui.

Come infatti afferma Vito Rappa, il responsabile del marchio vitivinicolo: ”In cantina c’è un approccio non invasivo e rispettoso del grande lavoro fatto in vigna… Vogliamo preservare le caratteristiche e le diversità dei vitigni e delle aree da cui provengono, aree di origine ed evoluzione geologica anche molto diversa, perfino a distanze molto ridotte”.  L’obiettivo di Centopassi è quello di continuare a migliorarsi e continuare ad ampliare i paesi di esportazione, perché come spiega Rappa: “sapere le nostre bottiglie su importanti scaffali e prestigiose carte di Londra, Amsterdam, New York, Los Angeles, Hong Kong o Melbourne é sicuramente una fonte di energia inesauribile per affrontare le sfide quotidiane”.

Related Projects